Anti Pollution Skincare

Anti Pollution Skincare: come proteggere la pelle dall’inquinamento

L’inquinamento è uno dei principali problemi che la nostra pelle deve affrontare ogni giorno: smog, aria sporca, raggi UV e polveri sottili vengono a contatto con l’epidermide e la danneggiano. Questo può causare eczemi, dermatite, acne o eritemi allergici. Ma per fortuna esistono prodotti cosmetici anti pollution che possono venirci in aiuto!

Le sostanze inquinanti che possiamo trovare nell’aria sono tantissime, come l’ossido di zolfo, il biossido di zolfo, gli idrocarburi, l’ozono e il monossido di carbonio. Tutte queste impurità si depositano sulla nostra epidermide e formano una patina che ostruisce i pori, impedendo l’ossigenazione della pelle e limitando la fuoriuscita di sebo.

Come se non bastasse, l’inquinamento aumenta anche i radicali liberi. Questi, entrando in contatto con il nostro organismo, riducono la produzione di elastina e collagene, importantissimi per il rinnovamento cellulare. Il risultato è un’accelerazione della comparsa di rughe, riduzione di tono cellulare ed elasticità.

Dulcis in fundo, i raggi UV. Se non si usano cosmetici che proteggono dall’inquinamento, queste radiazioni, combinate con gli agenti inquinanti possono provocare disidratazione e secchezza della pelle, velocizzando così l’invecchiamento precoce.

La domanda che sorge spontanea, a questo punto, è: come proteggere la pelle dall’inquinamento?

Gli effetti dell’inquinamento

Le particelle nocive dell’aria che penetrano nell’epidermide causano facilmente reazioni allergiche e l’equilibrio della pelle viene destabilizzato. Alcuni danni provocati dagli agenti inquinanti possono essere meno visibili e si fanno notare solo col passare del tempo, altri invece sono evidenti fin da subito. In ogni caso è bene prevenirli iniziando a prenderci cura dei nostri tessuti cutanei fin da giovani e quotidianamente.

Inquinamento e pelle, come abbiamo visto, non vanno molto d’accordo. Vediamo ora come riconoscere i principali effetti nocivi:

  • Colorito spento e opaco, tendente al grigio;
  • Macchie cutanee, rossori ed irritazione;
  • Pori molto dilatati, eccessiva produzione di sebo e cute lucida;
  • Perdita di compattezza e tonicità, si ha la sensazione della pelle che “tira”;
  • Epidermide più secca e sensibile, questo può peggiorare con l’uso dei riscaldamenti nei periodi invernali che aumentano la secchezza dell’aria.

Se il tuo viso ha uno o più di queste caratteristiche, allora è molto probabile che stia soffrendo gli effetti dello smog. Ma non ti preoccupare, se presi in tempo, i danni si possono riparare con dei cosmetici che proteggono dall’inquinamento. Scopriamo come!

Come proteggere la pelle

Il primo passo per combattere gli effetti dell’inquinamento ed avere una pelle sana, pulita ed idratata è quello di prendersene cura quotidianamente, utilizzando i prodotti giusti per il proprio tipo di epidermide e favorendo prodotti naturali come quelli di Crisail.

È fondamentale quindi eseguire una beauty routine giornaliera che preveda cosmetici purificanti, lenitivi, anti ossidanti ed idratanti:

  • Purificanti: servono ad eliminare le tossine, calmando la pelle e riequilibrandone il pH. Prodotti del genere sono ad esempio gli esfolianti. Il loro obiettivo è rimuovere gli strati superficiali dell’epidermide, eliminando così le impurità dell’inquinamento esterno e le cellule morte. In questo modo la cute verrà ossigenata, acquistando un colorito luminoso e permettendo ai principi attivi dei cosmetici di penetrare più in profondità;
  • Lenitivi: hanno un effetto calmante, emolliente e decongestionante. Lo sono ad esempio le creme contorno occhi che contengono ingredienti come la camomilla e l’amamelide;
  • Anti ossidanti: contrastano i radicali liberi e li si trova all’interno di cosmetici che hanno tra i principi attivi le vitamine A e C, i peptidi e i flavonoidi;
  • Idratanti: essenziali per potenziare la barriera idrolipidica. Per farlo è necessario usare due prodotti, il siero e la crema idratante. I due cosmetici sono complementari, infatti il primo serve a rendere più performante l’azione del secondo ed avendo una consistenza più liquida riesce a penetrare maggiormente in profondità tra gli strati della pelle. La crema idratante agevola l’epidermide a trattenere l’acqua all’interno dei suoi strati, contrastando la disidratazione cutanea. Delle creme indicate sono quelle a base di acido ialuronico e vitamine A, C ed E.

Il nostro ultimo consiglio per contrastare il rapporto nocivo tra inquinamento e pelle: non dimenticarti di usare una buona crema solare per proteggerti dai filtri solari, è necessaria applicarla tutti i giorni ed anche d’inverno. I raggi UV colpiscono in ogni stagione!