dire no in tempi di covid

Il tuo amico organizza una festa durante una pandemia. Come dici di no?

Secondo la più recente serie di linee guida emesse dal Dipartimento della sanità pubblica  “non sono consentite riunioni o feste individuali e familiari di qualsiasi dimensione”. Ma, che sia consigliabile o meno, alcune persone stanno ricominciando a pianificare feste e matrimoni. Il che lascia i potenziali ospiti a chiedersi: come dico di no? Posso dire di no? E se avessi già risposto? Come lo esprimo senza sembrare giudicante?

Se non ti interessa affatto della persona che ti chiede, dire di no è facile: dì “no”. Ma supponendo che si tratti di qualcuno con cui vorresti continuare una relazione una volta che la pandemia è finita, può essere un po ‘più complicato. Ci siamo rivolti ad alcuni esperti per ricevere assistenza.

Come dire di no educatamente

 

Ovviamente puoi dire di no. Puoi dirlo in ogni momento, a tutti gli inviti, in ogni circostanza. Ma soprattutto in questo momento, nel mezzo di una pandemia.

Quindi si tratta meno di sapere se puoi dirlo e di più su come, dicono gli esperti. Il tono conta. Metti un sorriso sul tuo viso quando effettui la chiamata e mantienilo semplice: “Grazie per l’invito, mi dispiace tanto ma non posso farlo”.

Non è necessario spiegare perché o iniziare ad aggiungere qualificazioni o avvertenze. È lì che corri il rischio di virare in un territorio di giudizio.

Ma cosa succede se ho già risposto?

 

Anche se è qualcosa a cui hai già risposto, come un matrimonio, puoi comunque tornare dall’ospite e rifiutare. Non è scortese cambiare idea sull’andare a un evento in cui la tua presenza potrebbe mettere a rischio la tua vita. Sarebbe scortese aspettare fino all’ultimo minuto per farlo: non appena sai che non andrai, contatta i padroni di casa e diglielo. Dai loro il tempo di modificare le loro tabelle dei posti a sedere e gli ordini di ristorazione.

Quando si trasmette il messaggio, ancora una volta, la gentilezza e la semplicità sono fondamentali: “Volevo aggiornarti sulla mia RSVP per il tuo matrimonio. Grazie mille per avermi invitato, ma purtroppo non potrò farcela. ”

Puoi ancora inviare un regalo

 

Solo perché non puoi andare a un evento non significa che non puoi essere riconoscente nei confronti dell’ospite. Se è un compleanno importante o un matrimonio, invia un biglietto e un regalo. Se si tratta di un incontro più informale, fatti consegnare dei fiori o invia un po ‘di soldi ai padroni di casa in anticipo con una nota: “Mi dispiace tanto non posso essere lì. Il dessert è su di me! ” Rivolgiti di nuovo agli ospiti il ​​giorno dopo la festa e dì loro che avresti potuto partecipare e che non vedi l’ora di vedere le foto.

Puoi anche offrire alternative per stare insieme quel giorno: pianifica un momento per cantare “Buon compleanno” in chat video il giorno prima o offriti di lasciare la cena a casa loro più tardi quella settimana.

Se rifiuti un evento, sii coerente. Sarebbe una cattiva educazione pubblicare foto di te stesso una settimana dopo mentre organizzi un barbecue o fai una festa in piscina.

Indagare sulle distanze sociali

 

La valutazione del rischio personale di ognuno è diversa in questo momento. Forse ti sentiresti a tuo agio andando a un barbecue in giardino, ma solo se tutti indossassero maschere e stessero a un metro e ottanta l’uno dall’altro. In questo territorio inesplorato del galateo, va bene chiedere ai padroni di casa se faranno il doppio dovere di garanti delle distanze sociali?

“In generale, no”, ha detto Jules Hirst, un allenatore di galateo con sede a Los Angeles e coautore del libro “The Power of Civility”. Dipende dal tuo rapporto con l’ospite, ha detto. Se si tratta di un membro della famiglia o di qualcuno a cui sei vicino, è più accettabile chiedere informazioni. Puoi anche usare il loro comportamento passato come riferimento: se hanno pubblicato un gruppo di foto di se stessi in aree pubbliche affollate o ad altre feste senza maschera, è ragionevole presumere che non saranno severi riguardo alle cose a casa loro .

Mettiti a tuo agio quando sei a disagio

 

Per essere chiari: queste sono domande imbarazzanti. È un po ‘come chiedere a un altro genitore se ha una pistola in casa prima di mandare tuo figlio a giocare. Non importa quale sia la risposta, c’è la possibilità che tu abbia offeso la persona chiedendola. Ma la posta in gioco è altrettanto alta.

Quando la distanza sociale diventa eccessivamente sociale

 

Sei stato rassicurato sul fatto che le maschere saranno indossate e la distanza sarà mantenuta. Ma dopo un paio d’ore (e un paio di cocktail), noti l’allontanamento sociale e le maschere che iniziano a scivolare. Questo è il tuo segnale per uscire.

Se sai in anticipo che alcuni ospiti probabilmente ignoreranno i protocolli di allontanamento sociale, non importa quanto l’host dica che faranno rispettare le cose, è meglio non andare affatto. In altre parole: se lo zio Kevin che pubblica quotidianamente invettive anti-maschera su Facebook sarà lì, saltalo, anche se tua cugina giura che farà indossare a tutti le simpatiche maschere da riunione di famiglia che ha ordinato.