Madeleines, la ricetta completa

Madeleines

Dotato di determinazione, ho studiato e provato, ritestato e ritestato ancora un po ‘fino a quando ho capito il grande mistero delle madeleines . Mentre il loro aspetto stravagante e il nome di classe possono intimidire, questi ariosi teacakes richiedono gli ingredienti più basilari. Non sono difficili, ma richiedono la tua attenzione, pazienza e precisione. Eccovi una ricetta chiara (molto dettagliata) per produrre la consistenza leggera di questo dolce che non fa neanche troppo male!

Scopriamoli prima: sono i biscotti delle madeleine o le sue piccole torte? Un grande dibattito! Sono una piccola torta al burro delicata che la maggior parte delle persone chiama biscotti. Comunque li classifichi, le madeleine sono famose per la loro bella e distinta forma a conchiglia smerlata e non hanno bisogno di nient’altro che una spolverata di zucchero a velo in cima. Anche se una schiacciata nel cioccolato fondente è anche bella !!

Ricetta base

In questo grande grande mondo, ci sono MOLTI modi per creare madeleine. È così che lo facciamo oggi, una ricetta basata su Julia Child. Le madeleine iniziano con una pastella simile a una spugna, chiamata genoise nella cottura europea, e ottengono la maggior parte del loro volume e volume dalle uova sbattute. La base dei nostri dolci è solitamente crema di burro e zucchero.

Con le madeleine, invece, sbattere insieme le uova e lo zucchero è il passaggio più cruciale e particolare. Li batteremo per 8 minuti per far entrare abbastanza aria. Aggiungeremo un po’ di aroma alla pastella della madeleine: scorza di limone e un po’ di estratto di vaniglia, entrambi opzionali. Quindi in una ciotola separata, getteremo un po’ di farina, lievito e sale insieme.

Faremo unire delicatamente il composto di farina al composto di uova sbattute. Perché porre l’accento sul delicato? Non vogliamo sgonfiare le uova che abbiamo appena sbattuto, vero ?? Infine, mescoleremo un po’ di burro fuso.

Per non sgonfiare la pastella ariosa con un intero pasticcio di burro fuso pesante, mescolare un po’ della pastella madeleine nel burro fuso, quindi aggiungere il tutto nella pastella madeleine per la miscelazione finale. Se questo ti ha confuso, stanno arrivando le immagini dei passaggi. Il burro fuso conferisce ai matti il ​​loro gusto classico, oltre a un bell’aspetto brillante quando finiscono in forno. Se ti senti sicuro, vai avanti e rosola il burro. Yum!

Metteremo la pastella in una padella madeleine. E questo è il trucco! Hai bisogno di una padella specifica. So cosa stai pensando. Vale davvero la pena acquistare una nuova padella per 1 solo tipo di ricetta? Sì. Se ti piacciono i matti, vale i € 12. Ecco la padella che possiedo e consiglio vivamente insieme alle oltre 1000 altre persone su Amazon !!

Posso cuocere le madeleine in un’altra padella? Sicuro! Una mini teglia per muffin funziona, ma la consistenza delle torte sarà diversa. Ho scoperto che hai davvero bisogno della padella per capesante per produrre gli iconici bordi croccanti.

Il battitore

Ci sono 3 componenti nella ricetta. La miscela di farina, la miscela di uova sbattute e il burro fuso. Suggerimento: quando sei pronto per iniziare, sciogli prima il burro in modo che abbia almeno 8 minuti per raffreddarsi leggermente prima dell’uso. Ricorda, montiamo le uova per 8 minuti.

Come ho già detto, il passaggio più particolare nella cottura della madeleine è montare le uova abbastanza a lungo. Avrai bisogno di uova a temperatura ambiente. Le uova fredde non raggiungeranno il volume di cui abbiamo bisogno per le madeleine. Saprai di aver montato le uova abbastanza a lungo quando la miscela sarà densa e pallida. E questo potrebbe essere l’indizio più utile: quando la frusta viene sollevata, un nastro di pastella ricadrà nella ciotola.

Quindi ora che le uova (+ zucchero, scorza di limone e vaniglia) sono sbattute… continuiamo.

Nella foto sopra, stiamo (1) piegando gli ingredienti secchi nella miscela di uova sbattute, assicurandoci di non sgonfiare le uova. Quando avremo finito, la nostra pastella apparirà come nella foto (2). Quindi (3) prenderemo un po’ di quella pastella e la mescoleremo al burro fuso. Quindi (4) lo mescoleremo al resto della pastella.

Stiamo facendo tutto lentamente e delicatamente.

Raffreddare la pastella

Proprio come la maggior parte degli impasti per biscotti nei nostri repertori, la pastella di madeleine deve riposare prima di essere infornata. Lasciare riposare la pastella in frigorifero alla fine aiuta i matti a salire più alti nel forno. Più alto di solito significa più soffice, che è esattamente ciò per cui stiamo girando. Ma non raffreddare troppo a lungo la pastella ed ecco perché: il burro si solidificherà di nuovo. E una volta cotte, le madeleine non si alzeranno così alte, il che nega il punto di raffreddare la pastella! Per fortuna le madeleine sono deliziose perché di sicuro hanno molte regole.

Trovo che 30-60 minuti in frigorifero siano il punto debole.

Preparare la padella

Molte ricette madeleine richiedono di ungere la padella madeleine indipendentemente dal fatto che tu stia usando una padella madeleine antiaderente o meno. Ho provato alcuni modi: spray antiaderente, imburrante e infarinato e solo burro. Onestamente, lo spray antiaderente ha funzionato perfettamente, ma spazzolare la padella con burro fuso ha dato ai matti una bella crosta croccante e burrosa. Non mi piaceva la preparazione burro + farina perché la farina o bruciava o lasciava un residuo sui biscotti cotti. Solo la mia opinione.

Un pennello da pasticceria torna utile!

Quanta pastella per biscotto? Ho trovato 1 cucchiaio colmo era abbondante. Usa un cucchiaio semplice e mettilo proprio al centro del guscio della capesante, proprio in questo modo.

Ho testato le madeleine a diverse temperature del forno e ho optato per 177 ° C. Qualcosa di più alto di quello bruciava i bordi senza cuocere adeguatamente i centri.

Guarda come lievita! Questo è chiamato pancia, gobba o protuberanza di una madeleine.

Le madeleine sono le migliori appena sfornate. Perderanno molta umidità nel tempo, quindi suggerisco di cuocerli e gustarli freschi. Avevo un sacco di madeleine sulle mani dopo uno o due giorni (inzuppandole nel caffè… ancora buone!).

State già assaporando le vostre madeleine? Facciamo un gioco: secondo voi, per i nati sotto quale segno zodiacale sono più adatte? Noi scommettiamo per tutti e rilanciamo: perché, mentre assaggiate i vostri dolci, non date un’occhiata all’oroscopo 2021 di Oroscopissimi.it?